La passione di Nole per il vegan

Il mondo vegan ad altissimi livelli nel mondo del tennis

Di Morgana Mercadante

L’alimentazione dei professionisti è importante tanto quanto l’allenamento poiché permette di avere le giuste forze per affrontare determinati sforzi; Djokovic ha rivoluzionato l’idea di programma alimentare degli agonisti. Ecco come è nato l’amore del tennista per il vegan.

L’avvicinamento del tennista al mondo vegan

I più appassionati lo conoscono come Nole, ma il tennista serbo numero uno della classifica ATP (Association of Tennis Professionals) è sicuramente più conosciuto come Novak Djokovic. È considerato uno dei tennisti migliori della storia per i traguardi che ha conseguito e per il suo stile di gioco.

Nonostante sia un personaggio di fama internazionale, quello che forse è meno noto è la passione di Nole per il cibo salutare e la dieta vegana: quest’ultima gli è molto a cuore.

L’inizio del percorso verso una dieta più naturale è avvenuto quando, nel 2010, il tennista ha scoperto di essere intollerante al glutine e al lattosio: tale consapevolezza ha spinto Djokovic a cambiare completamente il suo stile di vita.

I dubbi sulle sue decisioni

Le critiche sulla sua alimentazione sono state molte e le sue scelte sono state messe in continua discussione; nonostante ciò lui è sempre rimasto fermamente convinto della sua presa di posizione, non considerandola come una semplice dieta ma come un vero e proprio stile di vita che ha delle forti motivazioni etiche alla base.

«Mangiare vegano mi rende più consapevole del mio corpo in campo – racconta Djokovic nel suo libro Serve to win (2013) – Ho tolto le tossine dal mio corpo e con loro sono passate tutte le interferenze con i miei livelli di energia. Quando giochi per tre, quattro o cinque ore di fila, c’è bisogno del carburante giusto, e per me il carburante giusto è a base vegetale».

La condivisione dei suoi ideali

Il campione ha trasformato la sua passione per il mangiar sano in un ristornate biologico a Montecarlo, dal nome Eqvita Restaurant, aperto nel 2016, insieme alla moglie Jelena Ristic.

In questo modo ha potuto condividere il suo mantra con il mondo e i fan, convertendo in un business il suo amore per il mondo vegan.

Si può dire che Novak abbia ereditato la passione per la ristorazione dal padre Srdan:  egli infatti a Kopaonik, sui monti della Serbia centrale gestiva una pizzeria, aiutato dalla sua famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu